Mamma che bacio mi dai oggi?

Quello che amo dei libri per bambini è che si differenziano non solo per storie e illustrazioni, ma anche per forma e modalità di lettura.
Quello che vi descrivo oggi è un libro a forma di casa dal tetto tondeggiante che per essere letto dev’essere… scoperto!

La casa dei baci

TITOLO: la casa dei baci

AUTRICE e ILLUSTRATRICE: Claudia Bielinsky

CASA EDITRICE  Ape junior

Traduttore. Barigazzi M.

 

 

Cucù! Sono Billo cagnolino coccolone
c’è qualcuno adesso in casa?
Vorrei proprio un bel bacione

 

Così inizia questo simpatico libro che ci porta in giro per la casa alla ricerca di baci. Ogni volta che giriamo pagina ci troviamo in una stanza diversa e sotto ogni finestrella troviamo un simpatico animaletto disposto a dare un bacio al cagnolino.
Billo però i loro baci non li vuole. Tutti hanno qualcosa che non va : anche quello del fratelli… è troppo piccolino
Perché Billo sta cercando un bacio speciale… lo troverà?

 

Perché ve lo consiglio?

Questo libro mi ha colpito subito per le grandi dimensioni, i colori vivaci e questa riproduzione di casa che, con pochi elementi ti porta proprio all’ interno di una calda e accogliente casetta.
E’ un libro divertente perché stimola nei bambini la curiosità di cercare i diversi baci ed è in rima, cosa che solitamente piace tantissimo.
La storia si snoda in poche frasi, ma i luoghi in cui sono messe le finestrelle, gli animali e le rime che caratterizzano i baci portano i bambini a rimanere sul libro per più tempo e a creare lui stesso, una volta scoperto come si usa il libro il suo percorso di baci.
Io e la principessa lo leggiamo spessissimo alla sera prima di dormire o prima che la porti alla scuola materna perché essendo entrambe molto coccolose ci diverte inventare come possono essere i diversi baci, da quelli bellissimi a quelli fastidiosi come quello della zanzara. Facciamo un bacio per uno… e a volte bariamo andando a cercare i baci in altre pagine perché dopo averlo letto più volte conosciamo perfettamente dove sono i baci più divertenti

Infine questo libro può avere un altro utilizzo più ludico e diverte ma… questo ve lo racconto domani nella rubrica “che cosa facciamo oggi?” … stay tuned! 😊

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *