La bambina sulle nuvole … Sappiamo davvero che cosa desiderare?

Il più grande divertimento della mia bambina è stenderci sul nostro prato a guardare le nuvole per inventare storie cercando d’immaginare che forma abbiano e dove stiano andando.
Alcune volte è difficile trovare somiglianze, altre invece hanno forme perfette che non fai nessuna fatica a distinguere.
Se nel primo caso forse la colpa è della mia scarsa immaginazione o del vento, nel secondo c’è una spiegazione precisa, scritta in rima e accompagnata da dolcissimi disegni, che ora vi vado a raccontare…

La bambina sulle nuvole

Questa storia di Arianna M. Romano inizia con una bellissima bambina dai capelli viola triste e capricciosa perché ciò che ha non le basta mai. Vorrebbe essere una regina di un regno in cui tutti le obbediscano e le diano ciò che vuole.
Un giorno i suoi capricci vengono uditi dallo spirito delle nuvole che le propone un patto: potrà essere regina di un regno di nuvole a patto di non fare mai più ritorno sulla terra.
La bimba felice e incredula di tanta fortuna acconsente e all’inizio pensa di aver trovato la strada per la vera felicità. È una regina, ha un castello, un unicorno su cui camminare, …
Dopo poco tempo però scopre che gli amici di nuvole non sono affettuosi e divertenti come quelli umani poiché non si può creare loro un’anima e se ciò non bastasse un altro “imprevisto” sta giungendo nel suo regno….

Di cosa parla questo libro?

È un libro che inizia parlando di insoddisfazione, noia e desiderio di quel mondo patinato che visto da lontano sembra facile e perfetto.
Viene proposta poi una soluzione facile, quella comoda già pronta, servita e che ti bussa a casa senza che tu debba fare un solo passo altro falso mito della società odierna che purtroppo però abbaglia sempre di più i giovani.

In questo l’autrice appare nel suo racconto quasi spietata e proprio per questo ho scelto questo libro da leggere nel mio laboratorio per ragazzi dagli 8 ai 13 anni: le scelte facili esistono, ma possono essere irreparabili e comportare cambiamenti da cui non si torna indietro.
Non è un invito a non provare, s’intenda bene, ma a valutare bene le scelte che facciamo senza accettare a scatola chiusa ciò che ci viene proposto e che dalla copertina sembra facile e meraviglioso.

Si parla poi dell’importanza degli affetti e di quanto alla fine l’uomo abbia più bisogno di legami e amicizie che di cose.

Penso sia un libro adatto dagli 8 anni in poi per far riflettere bambini e adulti su queste tematiche.

Un libro non si valuta dalla copertina, ma….

Se un libro non si valuta dalla copertina devo ammettere però che amo quelli che hanno qualcosa di originale e diverso dal solito.
È un libricino di 29 pagine racchiuso in una pesante copertina cartonata e lucida. Le illustrazioni molto chiare e dettagliate seppur composte da pochi particolari si alternano le tonalità del blu e del viola in un susseguirsi che suggerisce anche le diverse emozioni della bambina,
Anche la posizione dei numeri delle pagine, sempre viola, è particolare perchè si trovano nella parte interna del foglio e sono in alto a destra o in basso a sinistra.
Le immagini da sole con poche figure e colori decisi raccontano i sentimenti della storia

 

 Se vi piacciono i libri diversi dal solito ve lo consiglio… soprattutto per far riflettere i ragazzi su quali siano le vere cose importanti e su come non sia facile ottenerle senza fatica

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

3 commenti su “La bambina sulle nuvole … Sappiamo davvero che cosa desiderare?

    francivinai

    (30 Dicembre 2017 - 21:43)

    Che bellezza le nuvole… 😍 Ciò che scrivi mi fa davvero venir voglia di leggere questa storia!!!

      Ascoltando le Figure

      (30 Dicembre 2017 - 21:45)

      Grazie cara 🙂

      Ascoltando le Figure

      (5 Gennaio 2018 - 14:03)

      Grazie gentilissima 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *