Wonder

Oggi vi propongo una recensione del libro Wonder scritta da Eleonora del blog Lavanderslibrary

Per prima cosa conosciamo meglio questa blogger:

La letteratura è in grado di fare cose immense a mio parere: puoi essere chiunque semplicemente alzando una copertina, scorrendo gli occhi sulle scure parole stampate riesci a viaggiare e immedesimarti così tanto nelle storie da riuscire a sentirti parte della vicenda.
Ecco, credo sia questa immensa bellezza che mi ha spinta ad aprire un blog.
Il fatto è che mi piace leggere perché non mi sento mai sola, anche se il libro è semplicemente in borsa è come se conversassi sotto il mio braccio un amico prezioso; con la lettura ti salvi nelle situazioni psicologicamente scomode e allontani i pensieri intrusivi, è un dato di fatto.

Wonder

Titolo: Wonder

Autore R.J.Palacio

Casa editrice: Giunti

 

La vita non è già semplice di suo, immaginate di doverla affrontare a 11 anni e con un volto di certo non normale.
Questo è ciò con cui convive August “Auggie” Pullman, un bimbo di circa 10 anni nato con la combo di due mutazioni genetiche che, oltre ai vari problemi respiratori o di alimentazione, gli hanno regalato anche una serie enorme di operazioni al volto.
Tutto ciò gli ha conferito un’estetica non proprio piacevole: gli occhi sono bassi quasi fino alle guance, la

pelle è martoriata dalle cicatrici e le labbra non si riescono propriamente a muovere quando sorride.
Per il resto, Auggie è un bambino normale che ama Star Wars e ama le scienze, fa tutto quello che un bambino di dieci anni farebbe e ragiona come tutti i ragazzi della sua età. Andando oltre l’aspetto, Auggie è normale come tutti noi.
Quest’anno arriva lo scoglio più grande: Iniziano le medie e August per la prima volta frequenterà una scuola e non studierà più a casa con la mamma.
Questo libro racconta proprio del grande cambiamento nella vita di Auggie e di cose lui e le persone che lo circondano affronteranno la cosa, secondo i punti di vista di chi lo ama.

Perché lo consiglio?

Consiglio questo libro perché ci dimostra vari aspetti del diverso e delle difficoltà non solo attraverso la prima persona ma anche rispetto a chi circonda il bambino “diverso”: come vive questa condizione una sorella adolescente? E un genitore? Cosa pensano altri bambini del loro nuovo compagno di classe?
Il punto di vista degli altri è a mio parere un plus con cui il lettore può costruire una sua opinione e pensare a come si comporterebbe se avesse August in classe.

Consiglio questo libro anche se volete parlare ai vostri piccoli di bullismo e inclusione, per insegnare loro tolleranza e rispetto.

 


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001.
L’ autrice, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti ipertestuali, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il sito fornisca questi collegamenti non implica l’approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità.

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

1 commento su “Wonder

    Anonimo

    (21 aprile 2018 - 11:22)

    I am no longer sure the place you’re getting your information, however good topic. I needs to spend some time studying more or figuring out more. Thanks for excellent info I used to be searching for this info for my mission.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *