Bambini in viaggio alla scoperta di natura, città e diversità

 

È qui dunque lo scopo più importante della formazione scout: educare. Non istruire, si badi bene, ma educare; cioè spingere il ragazzo ad apprendere da sé, di sua spontanea volontà, ciò che gli serve per formarsi una propria personalità.

(Robert Baden-Powell)

Come molti di voi sapranno Baden-Powell è il fondatore del movimento mondiale dello scautismo. Ho iniziato questo articolo citando le sue parole poiché il libro di cui vi parlo oggi è una raccolta di storie di viaggio in cui la prima, che ha ispirato il titolo e la copertina, parla di un piccolo scout.

Storie per viaggiare nel mondo con la fantasia

Questo libro parla di viaggi e di bambini che viaggiano. La prima storia è quella di Carletto un bambino che fa parte del movimento scout ed essendo ancora piccolo è un lupetto. I bambini di questo movimento sono infatti immersi nella storia “Il libro della giungla” di Rudyard Kipling e formano un branco di lupetti, ipotetici fratelli di Mowgli, guidati da adulti che impersonano gli altri personaggi del libro.
Carletto ci racconta della sua vacanza scout fatta di giochi, di scoperte, di osservazione della natura e della sa giornata scout che non si concludeva con lo spegnimento delle luci nella tenda, ma proseguiva con giochi notturni e osservazione delle stelle alla ricerca di costellazioni.

Le altre storie raccontano sempre di gite e vacanze alla scoperta di luoghi nuovi. Passiamo dalla caotica New York in cui la Maestra Polly porta in gita la sua classe suggerendoci un interessante percorso family friendly tra i luoghi più famosi della Grande mela.

Ad una vacanza famigliare sull’isola di Phi Phi alla scoperta di piccoli paesini e un bellissimo mare ricco di pesci e avventure.
Per poi ritrovarci nel freddo paesaggio russo di un piccolo uccellino che non riuscendo ad emigrare con i suoi simili si trova solo e spaventato ad affrontare il glaciale inverno. Per sua fortuna ad aiutarlo c’è la piccola Masha

Il bambino Curioso

Vi avevo già parlato di curiosità dei piccoli nel libro ” Camilla combina guai“. Qui la curiosità riguarda “Il bambino curioso” racconto che, a mio parere, racchiude tutto il messaggio del libro. Anche in questa storia il protagonista è un bambino che esplora l’ambiente circostante con attenzione e curiosità. A differenza degli altri bimbi del libro non ha amici con sé, ma li trova lungo il suo cammino e li riconosce dalla confusione che creano soprattutto perché parlano lingue diverse tra loro.
Come mai sono insieme se non si capiscono? Perché parlano il linguaggio universale del gioco che in questo caso ha le sembianze di un pallone un po’ sgonfio a cui dare calci per fare goal.
Il nostro protagonista decide di giocare con loro, ma intanto riflette sulle diversità e… lascio a voi scoprire il resto.

Perché lo consiglio?

Lo consiglio perché è un libro che, partendo dal tema comune del viaggio e della scoperta, affronta argomenti molti vari che passano dallo scoutismo alla differenza raziale.
Inoltre è un libro scritto in italiano e inglese creando due libri paralleli poiché la stesura in inglese è sempre a sinistra e l’altra a destra. L’ho trovato molto interessante sia perché mostra anche ai bambini più piccoli che esistono lingue diverse per poter raccontare la stessa storia sia perché aiuta grandi e bambini a cimentarsi nella lettura in lingua, rassicurati dal fatto che la traduzione di ciò che non si capisce è a portata di mano.

Se volete conoscere altre store di viaggio cliccate qui

 

Titolo: Il lupetto Carletto e altre storie

Autore: Daniela Marincolo

Editore: L’eco dello Jonio

 

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *