la valigetta del laboratorio di italiano

La valigetta del laboratorio di italiano – edizioni Erickson

Dalla stessa autrice di “la valigetta del laboratorio di matematica” che trovate QUI) ecco uno strumento molto utile per il primo ciclo della scuola primaria “La valigetta del laboratorio di italiano”.

Lo scopo dei giochi proposti non è quello di imparare a leggere e scrivere, ma di sviluppare le capacità narrative e fantastiche potenziando le diverse abilità e di aiutare gli insegnanti a individualizzare il percorso trasformando le nozioni in abilità e gestire meglio i tempi in classi numerose.

I giochi, da prima parte della didattica per poter essere appresi, diventano poi percorsi individuali o di gruppo che i bambini possono usare quado hanno finito di svolgere il lavoro assegnato o in determinati momenti momenti della giornata.

La valigetta del laboratorio di italiano

I nove giochi presenti all’interno della valigetta si riferiscono ai quattro nuclei fondanti per l’insegnamento della lingua italiana, presenti nelle Indicazioni Nazionali del 2012:

  • Oralità (ascolto e parlato);
  • Lettura;
  • Scrittura;
  • Riflessione linguistica e arricchimento del lessico (che nel biennio vengono associati)
la valigetta del laboratorio di italiano
lettere da costruire

Il concetto che sta alla base di questo progetto riprende una famosa frase di Confucio, ma la allarga e la fa proprio in questo modo:

Se ascolto dimentico

Se vedo ricordo

Se faccio capisco

Se gioco e discuto

Divento competente

Tutti i giochi sono spunti per provare in autonomia o in gruppo a rendere le conoscenze competenze in modo ludico, ma con attività che implichino la soluzione di problemi da risolvere.

Ogni gioco può poi essere un pretesto per inventare nuovi percorsi ed esperienze rendendo il bambino protagonista nella creazione di nuove attività

Gli obiettivi didattici dei giochi

Gli obiettivi didattici che i giochi si propongono sono:

•            Scoprire e sperimentare nuovi concetti e nuove abilità;

•            Consolidare e rafforzare concetti già acquisiti;

•            Stimolare le funzioni cognitive ed esecutive che sono alla base delle competenze nel risolvere i problemi, nei processi creativi e nel pensiero divergente;

•            Interagire con gli altri, sviluppando le proprie competenze sociali, nel rispetto di regole date e condivise;

•            Attivare le molteplici intelligenze di ognuno stimolando canali differenti;

•            Trasformare gli apprendimenti in competenze;

•            Gestire positivamente classi sempre più numerose e particolarmente eterogenee nei tempi d’apprendimento e di lavoro individuale;

•            Occasione per impegnare in modo cognitivamente efficace e produttivo i momenti liberi della giornata scolastica e/o al termine di un lavoro assegnato

Attività da svolgere in classe… o in palestra

I giochi sono proposti seguendo la sequenzialità degli apprendimenti quindi se all’inizio ci si concentra sulla comprensione di storie, ben presto si passa alle distinzioni di fonemi e sillabe

La valigetta del laboratorio di italiano Erickson Montessori lettere tattili
lettere tattili ispirate alla didattica montessoriana

Un esempio ne sono i giochi che si ispirano alle attività montessoriane di avvicinamento alla lettura tramite i sensi: ad esempio le 26 lettere tattili che troverete all’interno e il cui funzionamento vi verrà spiegato nella guida alle attività.

Si passa poi a giochi che stimolano la lettura autonoma e la creazione di frasi e alla narrazione spontanea attraverso l’alfabeto animato da far costruire ai bambini per rendere le lettere protagoniste dei loro racconti.

Un’idea in più

Per stimolare la narrazione nei bambini più timidi o più in difficoltà e per associare questi giochi anche ad attività di pregrafismo prima di far creare le lettere ho letto loro questo libro:

A contro tutti la rivolta delle maiuscole

Dopo una prima lettura ho raccolto spontaneamente le loro riflessioni e abbiamo inventato attività di pregrafismo. L’ho poi ripreso per insegnare loro il corsivo come spiegato nel post

Potete scoprire il libro e le attività QUI

Che cosa troverete in questa valigetta?

La valigetta, oltre alla Guida alle attività che spiega i singoli giochi e dà suggerimenti didattici, troverete:

  • Puzzle e carte per ricostruire le storie;
  • Mazzo di venti carte per divertirsi ad associare parole che inizino con la stessa sillaba;
  • 15 dadi sillabici;
  • Le lettere tattili;
  • Le lettere animate da costruire;
  • Mazzo di carte per la creazione di frasi;
  • 5 mazzi di carte per la creazione di fiabe completati dallo schema di struttura narrativa
  • Un domino per l’arricchimento lessicale;
  • Il memory dei contrari

Insomma tanti validi strumenti che vi possono accompagnare nei primi anni della scuola primaria e che possono rendere l’apprendimento dei vostri alunni più motivante, giocoso e personalizzato


la valigetta del laboratorio di italiano

Titolo: La valigetta del laboratorio di italiano

Autrice: Giuseppina Gentili

Illustratrice: Michela Nava

Casa editrice Erickson

Altri libri, progetti e proposte per la prima elementare potete trovarli QUI

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *