Menu
Romanzi

Sul lettino di Freud di Irvin Yalom – recensione

sul lettino di freud

Il libro di cui vi parlo oggi è il primo romanzo di Irvin Yalom che ho letto.

So che i precedenti libri, con i quali è diventato famoso per il grande pubblico, trattano la vita tra realtà e immaginazione di filosofi come Spinoza e Nietzsche. Questo invece non annovera Freud tra i suoi personaggi, ma è piuttosto un viaggio nella psicoterapia e in ciò che succede tra psicologo e paziente

Non mancano intrighi, dilemmi, colpi di scena e quesiti aperti a cui ogni lettore trova la sua risposta

 

Sul lettino di Freud: Trama

Seymour Trotter, famoso psicoterapeuta, ha deciso di distaccarsi dalle pratiche convenzionali per improntare la sua carriera sulla creatività e la soggettività.

Dopo anni di onorata carriera si ritrova però ai margini dalla comunità psichiatrica del Nord della California perché è accusato di aver abusato sessualmente di una paziente e deve esporre la sua confessione ad un giovane terapeuta, Ernest Lash, il quale è chiamato a condannarlo dal Comitato etico per la medicina.

Sarà durante questo incontro che Lash, che ha studiato come psicofarmacologo, decide di dedicarsi all’analisi e intraprende la sua carriera da psicologo.

La storia inizia quando un paziente di Ernest, Justin, vuole lasciare la moglie, dalla quale è dipendente. Un giorno questo succede, portando dentro allo studio dello psicologo un grosso cambiamento: Justin abbandona la terapia, mentre sua moglie Carol, che attribuisce allo psicologo la colpa della fine del suo matrimonio, decide di diventare sua paziente per rovinarlo.

Sotto falso nome e con un’identità quasi completamente inventata, Carol inizia la terapia cercando di provocare in tutti i modi Ernest per poterlo accusare di abuso sessuale. Lash invece ha deciso di provare con lei un approccio sperimentale basato sulla completa onestà tra terapeuta e paziente.

Ad opporsi a questa idea di novità incontriamo il terzo psicologo della storia Marshal Streider, supervisore di Ernest e apprezzato terapeuta di San Francisco, che sostiene a gran voce l’importanza di un approccio tradizionale, ma è risucchiato da avidità e ambizione.

Le storie di tutti i personaggi arriveranno a intrecciarsi con colpi di scena, prospettive insolite e domande a cui non sempre lo scrittore risponde.

 

Commento

Da una prima lettura potremmo definire questa storia come un’esposizione dei tormenti, resi divertenti, che deve incontrare chi svolge la professione di cura.

Fulcro del romanzo è infatti il rapporto tra psicologo e paziente che fa nascere diverse domande sull’importanza della sincerità nella relazione di cura e su cosa significhi fare psicoterapia

La psicoterapia è l’utilizzo di precetti e tecniche tramandate dai padri fondatori o deve essere più individualizzato e costruito con il paziente?

Interessante poi la trattazione dei problemi deontologici legati alla gestione del transfert sessuale, ma anche al rapporto tra i professionisti e il denaro o la carriera

Potremmo definire questo libro come un viaggio all’interno della seduta psicoanalitica pieno di ritmi e colpi di scena che vi farà sorridere, ma anche riflettere su alcuni aspetti della personalità umana che forse in qualche modo appartengono anche a noi.

sul lettino di freud

 

TITOLO: Sul lettino di Freud

Autore: Irvin D. Yalom

Traduttore: Serena Prina
Editore: Neri Pozza
Collana: I narratori delle tavole
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 4 giugno 2015

 

 

About Author

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

No Comments

    Leave a Reply