Vani Sarca alice basso l'imprevedibile piano della scrittrice senza nome

L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome

“In molti amano l’odore della carta.

Alcuni ne vanno proprio pazzi.

Quando comprano un libro, se lo avvicinano al naso e aspirano forte chiudendo gli occhi. Talvolta mugolano.

Se entrano in una biblioteca, inspirano a pieni polmoni come fossero in alta montagna, poi estraggono un vecchio volume dal primo scaffale e ci tuffano la faccia con l’intenzione apparente di baciarlo.

L’odore della carta, in realtà, è odore di morte.

E non mi riferisco agli effluvi chimici della carta dei libri nuovi, che sanno all’incirca di bistecca di soia. I libri vecchi, proprio loro, quelli dal profumo inconfondibile, in realtà odorano di cellulosa in decadimento. In pratica di marcio. Quindi c’è gente che va matta per il puzzo di marcio e morte e nemmeno lo sa. Io invece sì, perché ho dovuto scrivere un testo che conteneva nozioni di arte tipografica e mi sono fatta una cultura…”

Questo è l’incipit della storia di Silvana Sarca detta Vani protagonista di una serie di romanzi che intrecciano la sua vita di ghostwriter a quella di consulente per la polizia in casi che hanno a che fare con libri che sta scrivendo o ha scritto.

Vani è una Dark lady infastidita dalle persone ma capace di una grandissima empatia che la porta ad essere una ghostwriter eccezionale.

I libri che scrive seguendo lo stile di chi poi darà il volto alla copertina sono eccezionali e nessuno sospetta del suo lavoro.

La sua vita scorre tranquilla, finchè non incontra Riccardo, un romanziere con il blocco dello scrittore, con cui nasce una forte intesa tra una citazione di Hemingway e una di Fitzgerald.

Inoltre Vani si trova implicata in grossi problemi: la scrittrice sta scrivendo il prossimo successo letterario viene rapita e il commissario, che ha capito le sue capacità empatiche straordinarie vuole la sua collaborazione.

Commento

Questo è il primo di una serie di libri che hanno come protagonista Vani.

Ogni libro ha un suo caso da risolvere pur portando avanti la storia dei singoli personaggi e i loro rapporti.

È molto piacevole da leggere, pieno di spunti interessanti arricchiti da una scrittura fluida. ma molto ricca che non ha difficoltà a passare dallo slang giovanile alla citazione colta.

Il personaggio di Vani è davvero interessante e suscita subito sentimenti così precisi di amore o insofferenza che è difficile non aver voglia di indagarla meglio.

E’ entrata subito nelle mie simpatie e l’ho seguita con interesse nei suoi primi tre libri non rimanendo mai delusa dalle citazioni scientifico- letterarie e a volte anche culinarie che la scrittrice mi mette

Meno interessante il personaggio di Riccardo che ripercorre la strada fin troppo battuta dei latin lover senza cuore che caracollano davanti alla protagonista di turno passando dall’uomo senza scrupoli all’amante inconsolabile.

Ben delineati e divertenti anche le figure del commissario di polizia, del capo di Vani e di Morgana, la vicina di casa adolescente che è l’unica a conquistarsi l’amicizia della scrittrice

A chi lo consiglio?

A chi sta cercando una lettura piacevole per rilassarsi e immergersi in una storia che scorre veloce dando però molti spunti d’approfondimento tematico.

Se vi sentite condizionati dagli altri e volete immedesimarsi in qualcuno che riesce a star bene da solo, a seguire solo le proprio passioni senza farsi catturare dal luccichio della popolarità

A chi ama gli outsider ed è intrigato dalla figura del ghostwriter o ama il giallo e il mondo dell’editoria e abbia voglia di una storia in cui affianco al poliziesco riecheggi la vita emozionale e sentimentale di personaggi di diverse età.


Vani Sarca alice basso l'imprevedibile piano della scrittrice senza nome

TiTolo: L’imprevedibile caso della scrittrice senza nome

AUTORE: Alice Basso

Casa Editrice: Garzanti

Altri romanzi potete trovarli qui

Altri libri che hanno come protagonista Vani Sarca in ordine:

  • Scrivere è un mestiere pericoloso, Milano, Garzanti, 2016..
  • Non ditelo allo scrittore, Milano, Garzanti, 2017. 
  • La scrittrice del mistero, Milano, Garzanti, 2018. 
  • Un caso speciale per la ghostwriter, Milano, Garzanti, 2019. 

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *