Un libro per insegnanti e genitori coraggiosi… siete pronti per leggerlo?

TITOLO: I colori nel mare

AUTORE e ILLUSTRATORE: Fuad Aziz

CASA EDITRICE: Matildeeditrice

 

L’articolo di oggi sarà molto diverso da tutti quelli che avete letto fino ad ora su questo blog.

Questa volta vi presento un libro dedicato agli insegnanti coraggiosi, che non sono solo quelli che si trovano a scuola ma anche tutti quegli adulti che decidono di affrontare temi difficili con bambini e ragazzi. Io invece voglio dedicare questo libro a tutti i bambini che riescono ad ascoltare le figure e capire ciò che vogliamo dire loro anche quando parliamo di argomenti che per noi sono difficili da capire e a volte da accettare.

Quante storie racconta il mare?

Per capire di cosa parla il libro vi invito a guardare questo breve video che lo racconta molto meglio di ciò che potrei fare io:

colori del mare

Avrete capito che parla del mare, dei suoi abitanti e del viaggio di tanti nonni, genitori o bambini che salgono su una barca o su di un gommone in cerca di una terra in cui ricominciare.

Il viaggio è lungo, lungo, lunghissimo e nelle illustrazioni si alternano immagini di un mare splendido popolato di animali a immagini di profughi stipati in barche o gommoni tristi, seri, ma che continuano a guardare in avanti per scorgere quella terra ferma che con sé porta il sole… e il sorriso!

Il testo è breve, al massimo tre parole, non si usano termini difficili solo espressioni legate al viaggio e al mare.

 

Perché far leggere un libro di questo tipo ai bambini?

Prima di recensire questo libro l’ho letto a gruppi di bambini con età molto diverse per capire quale fosse la loro reazione e come sempre mi hanno stupito.

Molti di loro, soprattutto i più piccoli, non sapevano esattamente di cosa si stesse parlando, ma alla domanda: “Che cosa provano secondo voi queste persone?” nessuno ha esitato ne rispondere “Sono tristi perché si allontanano da casa e stanchi perché il viaggio dura troppo, per loro il mare non è divertente”

Le riflessioni uscite dai bambini all’inizio erano legate alla gioia o alla noia di far qualcosa che ti piace o no, poi si sono ampliate finché un bambino di 4 anni è intervenuto dicendo: “Ma quelle lì sono quelle persone che il papà guarda in tv? Ma allora esistono davvero? Io pensavo fossero un film”

Ecco questa frase penso spieghi meglio di qualsiasi altra perché questi libri sono importanti. Certo il modo di leggerli e la riflessione varia a seconda dell’età, ma se vogliamo davvero far capire il mondo ai nostri figli penso che ormai un argomento di questo tipo non possa mancare.

 

Perché ho scelto questo libro

Ci sono molti libri che parlano di questo argomento, ma ho scelto questo perché nel suo essere profondo

è anche molto delicato. Le immagini sono colorate ed esprimono con poche pennellate il movimento del mare. Il viaggio degli immigrati è raccontato all’interno di un mare ricco di pesci e gabbiani e questo è un primo livello di lettura adatto anche ai piccoli.

Foto dell’artista Fuad Aziz che è anche scrittore e illustratore di questo libro

Per i grandi invece penso sia fondamentale la spiegazione che conclude il libro scritta dall’autore, illustratore e artista Fuad Aziz che denuncia le problematiche che portano ad emigrare soffermando la riflessione su un tema che trovo fondamentale:

“Fuggire non è facile come si può pensare

fuggire vuol dire anche non sapere se si arriverà…

… il mare con i suoi colori blu, arancione, verde, nero, accoglie e conduce. Ma a volte diventa pericoloso

Le sue onde portano con sé i colori, le culture, le storie più diverse

Verso la speranza

Verso il sole”

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *