Fra le mie braccia

Fra le mie braccia … un albo per fratelli maggiori

Spesso mi chiedete albi illustrati che parlino della nascita di un fratellino o di una sorellina.

Tra i tanti che ho letto con i bambini questo è quello che ha riscosso più successo poiché è un libro dolce, semplice e immediato in cui molti “fratelli maggiori” si immedesimano.

Dove far crescere il nuovo fratellino? Fra le mie braccia!

Finalmente!

Mattia, il fratellino di Leone, è arrivato.

Mattia sta proprio bene nel suo lettino, è perfetto per lui.

“Resterà lì dentro per sempre, giusto?” chiede Leone.

Fra le mie braccia

A Leone piace molto il nuovo fratellino, ma capisce subito che la sua nascita porterà dei cambiamenti e si preoccupa che questi non vadano a intaccare le sue priorità: la cameretta, le ginocchia della mamma durante la lettura, le spalle del papà nelle passeggiate, … devono rimanere sue come lo sono state fino ad ora.

Ma quando il fratellino si sveglia e allarga le braccia verso di lui finalmente mattia nel suo igloo di ghiaccio ha la soluzione: Mattia crescerà…. Tra le sue braccia!

A chi lo consiglio?

Un albo illustrato perfetto per bambini dai 3 anni in poi.

Le immagini semplici e ben definite e le frasi brevi con prevalenza di discorso diretto sono facili da seguire e aiutano il bambino ad immedesimarsi subito con il piccolo Leone.

Fra le mie braccia

La lettura e un morbido abbraccio

È un albo che piace molto letto ad alta voce, ma arriva a dare il meglio di sé se si ascolta tra le braccia di mamma e papà.

Come ogni libro che proponete ai vostri bambini vi consiglio di leggerlo più di una volta così che i bambini possano entrare nella storia e apprezzarne le sfaccettature.

Spesso regalo questo albo ai bambini che stanno per diventare fratelli maggiori e, altrettanto spesso, ricevo successivamente foto di questi fratelli maggiori che si pongono i fratellini vicino e gli “leggono” il racconto anche se non sanno leggere, ma solo ricordare le parole sentite più volte e…ascoltare le figure

E se a parlare fossero gli occhi?

Ho scoperto questo fantastico albo illustrato durante un’edizione di Libr’Aria in cui è stato direttamente Émile Jadoul a presentarlo ai bambini e a fare con loro un laboratorio molto speciale

Dopo aver mostrato ai bambini come disegnare il simpatico pinguino Leone, gli ha fatto notare che i pinguini non hanno l’espressione della bocca poiché il loro becco è sempre uguale, ma esprimono i sentimenti con gli occhi.

Insieme illustratore e bambini hanno creato tutta una serie di espressioni con gli occhi che Leone potrebbe fare e poi ognuno di noi ha creato il suo pinguino

Ecco alcuni risultati:

i disegni dei bambini del laboratorio tenuto da Jadoul a Libr’Aria

Fra le mie braccia Émile Jadoul babalibri

TITOLO: Fra le mie braccia

Autore e illustratore: Émile Jadoul

Casa editrice: Babalibri

Altri albi che parlino di famiglia li trovate QUI

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *