giulietta e federico fellini camelozampa

Giulietta e Federico una storia d’amore

Quest’anno si festeggiano i 100 anni dalla nascita di Federico Fellini e questo albo illustrato ci vuol condurre per mano nelle atmosfere magiche dei suoi film, della sua vita, ma soprattutto della intensa e lunga storia d’amore tra lui e Giulietta (Giulia Masina) che sono stati moglie e marito per cinquant’anni.

Giulietta e Federico: una storia d’amore tra realtà e cinema

A raccontarci questa poetica storia d’amore sono Cico e Pallina i due personaggi radiofonici che hanno fatto conoscere Giulietta e Federico. Federico aveva 23 anni e scrisse le storie d’amore di questi due personaggi, Giulia dava la voce a Pallina ed è proprio negli Studios in cui si creavano le registrazioni che scrittore e attrice s’ incontrarono, s’innamorarono e decisero di iniziare il loro viaggio insieme.

“Disegnerò ogni paese che avremo da attraversare” disse Federico con dolcezza.

“Allora a me toccherà ballare” fece Giulietta.

Lui domandò perché ma lei rideva.

“Ballerò per guidarti” gli rispose appena riprese fiato, “Per non farti sbagliare strada”

Inizia così il loro viaggio, che per Cico e Pallina ha i colori di un sogno condiviso. All’inizio anche a Federico e Giulietta sembra di stare in un sogno, ma poi arrivano le difficoltà: un bambino che arriva e se ne va, il lavoro di lui che lo rende sempre più distante e la sofferenza di lei che la isola e la porta lontano.

“Nella luce del tramontò avvistò Giulietta

Che cantava tra i ruderi di un tempo passato.”

“Dove sei stata?” le domandò.

“Molto lontano e molto vicino”

Tornano così ad avvicinarsi e a sorridere, per poi allontanarsi e ritrovarsi sempre guidati dall’amore e dal bisogno di stare insieme che lì accompagnerà in questa vita e in quella dopo.

A chi lo consiglio?

Lo consiglio a chi vuole perdersi tra i fili di un amore tanto poetico, quando reale, a chi ha amato questa coppia e a chi sta cercando un libro che con magia e sentimento ci racconti la vita vera con i suoi alti e bassi, le sue sofferenze e i suoi sorrisi

 Un albo ricco di rimandi e di ricordi

Federica Iacobelli con l’aiuto dei fantastici disegni, efficacemente felliniani, di Puck Koper ripercorre traducendola in immagini oniriche e poetiche la storia dei personaggi.

Realtà e finzione si scambiano i ruoli e sono Cico e Pallina, i personaggi che hanno fatto incontrare Federico e Giulia a raccontarci la loro storia, ma non sono gli unici riferimenti che troviamo nel libro.

Scopriamo tra le tavole l’enorme transatlantico nero protagonista de “La Nave va”, il cappello e la sciarpa che già da sole rappresentano Fellini nell’immaginario popolare, i pomelli rossi di Giulietta, …

Immagini evocative per noi adulti che possiamo condurre i piccoli lettori per mano alla scoperta di questo affascinante mondo non mettendoci in cattedra, ma facendoli dialogare liberamente con il testo… ecco ad esempio come:

Fellini raccontato alla scuola media

Ho presentato questo libro a tre gruppi di ragazzi dai 10 ai 13 anni in un percorso narrativo dedicato alle relazioni.

La storia di Giulietta e Federico è stata presentata nell’incontro sull’amore.

Primo incontro: entriamo nella storia

Ho letto la storia ad alta voce e all’inizio i ragazzi non sono riusciti ad entrare in pieno nel racconto poiché non conoscevano i personaggi di cui si parlava, ma l’albo è venuto subito in nostro aiuto poiché infondo racconta in modo semplice e incisivo la storia dei personaggi.

Abbiamo quindi letto la storia reale e ho cercato di rispondere alle domande che nascevano spontanee nei ragazzi poi abbiamo riletto il testo questa colta soffermandoci sulle parole cercando di capirne il significato nascosto.

Siamo poi passati alle immagini.

A gruppi hanno osservato le immagini cercando di coglierne i particolari aiutandosi anche con alcune fotografie che mostrassero i rimandi che il testo contiene che avevo preparato per loro e lasciato su un banco per una consultazione libera.

Da questo primo incontro ho lasciato passare una settimana così che la storia potesse decantare dentro di loro e che i più interessati (ed erano molti) avessero il tempo per fare le loro ricerche

Secondo incontro: Cico e Pallina… siamo noi!

Nel secondo incontro abbiamo nuovamente letto il testo poi, sempre a gruppi, i ragazzi hanno pensato quale sarebbe stato il loro modo di raccontare la storia.

Come Cico e Pallina si sono seduti sulla luna e dall’alto hanno analizzato i fatti e creato un loro racconto.

La narrazione poteva avvenire attraverso un testo, una recita, un’opera d’arte, …

Ovviamente tutte le modalità espressive erano già state incontrate precedentemente nel percorso e, con l’aiuto delle insegnanti del doposcuola in cui si teneva il progetto, la settimana dopo tutto era pronto

Terzo incontro: Giulietta e Federico di nuovo in scena

Nell’ultimo incontro ogni gruppo ha mostrato la propria storia spiegando alla fine che cosa li aveva ispirati, perché avevano scelto quella modalità di narrazione e che cosa nell’albo li avesse ispirati maggiormente.

Tutte le narrazioni sono poi state inserite nella documentazione “Noi come Fellini” che verrà regalata alle famiglie alla fine del progetto annuale.


TITOLO: Giulietta e Federico

AUTORE: Federica Iacobelli

ILLUSTRATORE: Puck Kopen

CASA EDITRICE: Camelozampa

Altre biografie per ragazzi potete trovarle QUI

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *