Pomeriggio Inside Out … Un film e un gioco per parlare di emozioni

Il mio blog è ricco di libri e attività che raccontano le emozioni (li trovate qui), ma questa settimana grazie a Tanja del blog Tana libera per tutti arricchiremo questa sezione con un bellissimo cartone animato: Inside Out

Oltre al cartone, dato che la rubrica si chiama: “Che cosa facciamo oggi?” Tanja ha pensato di organizzarci un pomeriggio completo, troverete anche un link che rimanda al suo bellissimo gioco delle tre carte, attività perfetta per concludere il pomeriggio inside out

Ma lasciamo ora a lei la parola…

Inside Out un cartone animato per guardarsi “all’arrovescia”

L’idea di vedere questo cartone animato è arrivata, con un po’ della tristezza delle cose che finiscono, alla conclusione di un laboratorio sulle emozioni condiviso con un gruppetto frizzante di bambini multietnici. Per salutarci in un modo che avesse senso per noi, abbiamo guardato insieme il film d’animazione “Inside Out” (vivo in un paese francofono, ecco perché nella foto vedete la versione francese “Vice-Versa”, traduzione del titolo un po’ riduttiva…).
È stata una bella esperienza che penso ripeterò quando il mio piccolo sarà in età da cartone animato (non prima dei tre anni).

E’ una storia che tocca grandi e piccini, non ero la sola nella sala a versare una lacrimuccia, anche se i bad – so sweet – boys facevano battute di resistenza per non lasciarsi andare al sentimentalismo, che fa capire l’importanza delle emozioni, anche quelle che non ci piacciono, come la tristezza.  A me adulta, ha ricordato il filo stretto che mi lega al passato, all’infanzia, all’importanza di coltivare il giardino della famiglia, quello della “scemaggine acuta”, quello delle passioni.

Perché lavorare sulle emozioni?

Come le nostre reazioni, le emozioni che proviamo, dipendono essenzialmente da come filtriamo la realtà, da come la accogliamo, capiamo, scegliamo di viverla. Conoscerle ci permette di non essere una vittima in balia della tempesta, ma un accorto capitano della nave, che guiderà verso i porti rassicuranti della serenità, prima – hop! – di ripartire per mille nuove avventure emotive. Perché emozionarsi, è la salsedine della vita.

 

Perché lo consiglio?

Mi sembra una bell’attività da proporre in famiglia, o invitando per una merenda gli amichetti dei nostri figli. Cartone animato della Walt Disney, adatto a tutte le età (sempre che non si abbiano pregiudizi del tipo: “i cartoni sono solo per i bambini”), è facilmente reperibile in DVD, e può essere accompagnato da giochi sulle emozioni, come “Il gioco delle tre figure, come sviluppare l’empatia”.

 



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001.
L’ autrice, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti ipertestuali, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il sito fornisca questi collegamenti non implica l’approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità.

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *