Libropoliss Giorgia Soresina libri

Librotropoliss : un progetto di bookcrossing a Milano

Questa settimana per la rubrica ” Che cosa facciamo oggi?” ospitiamo la bravissima Giorgia Soresina cofondatrice di Libriditutti, blogger presso Figli Moderni e ideatrice e responsabile della bellissima esperienza che vi raccontiamo oggi e che si chiama Librotropoliss

Librotropoliss è stato inserito nella rubrica perché è un luogo fisico in cui i bambini che abitano a Milano, in particolare a Cornaredo, possono recarsi tutti i martedì mattina e pomeriggio.

Ma lasciamo direttamente a Giorgia la parola per capire meglio di cosa si tratta.

Ciao, raccontaci che cos’è Librotropoliss?

Libropoliss Cornedo Milano

Sono un’appassionata e una collezionista di libri per bambini e ragazzi da tanti, tantissimi anni e uso spesso il web per condividere questa mia passione. Un paio di anni fa ho pensato che sarebbe stato bello condividere la mia passione con i bambini che alla fine sono i veri destinatari dei libri che più amo.
Perciò scrissi una mail alla nostra amministrazione comunale chiedendo uno spazio in cui poter allestire un punto di bookcrossing ad uso esclusivo dei bambini, in quella zona un po’ desolata in cui abito. Volevo creare qualcosa che potesse dare la possibilità anche a bambini che non erano molto avvezzi ai libri di trovare libri belli, che non fossero i soliti libri commerciali da supermercato. Volevo creare un punto di riferimento, un luogo in cui fare aggregazione tramite i libri.

 

Come nasce un progetto di questo tipo?

È passato un po’ di tempo e sinceramente non ci speravo più ma finalmente sono stata contattata per discutere la cosa. Mi hanno dato in gestione, una volta a settimana, il martedì, dei locali comunali, usati da varie associazioni, in cui allestire la zona fissa di bookcrossing e in cui condividere delle letture con i bambini. L’immagine che raffigurasse l’iniziativa è stata creata da Mirco Maselli.
Con in mano l’immagine creata da Mirco, ho chiesto la collaborazione all’insegnante di mio figlio affinché i bambini della sua classe potessero aiutarmi a trovare un nome adatto e così è nato Librotropoliss, nome scelto e creato dai bambini ispirandosi all’immagine dell’iniziativa.
Il 13 dicembre 2016 è stato inaugurato Librotropoliss in presenza del sindaco, della responsabile della biblioteca comunale e della presidenza Auser di Cornaredo. Ho donato dei libri che avevo già in casa, ne ho comprati altri, sia in lingua originale che ad alta leggibilità, da donare a questa nuova iniziativa affinché qualsiasi bambino potesse sentirsi a casa, in mezzo ai libri, una volta entrato a Librotropoliss.

Un progetto e una piccola comunità di lettori sempre in movimento

In un anno si è formato un bel gruppo di lettura, bambini che si leggono libri l’un l’altro, ne discutono, oppure che vengono lì per farsi leggere qualche libro.
Mi è capitato di sedare discussioni per chi dovesse leggere prima o tra due contendenti innamorate dello stesso libro (ad esempio Hogard faccia di drago e Giancretino e io che sono tra i più gettonati). Ci sono momenti in cui ci sono meno bambini, come dopo le chiusure scolastiche, altri dove si arriva a 12/13 bambini ma comunque l’iniziativa resiste. Con l’aiuto della pagina Facebook questo Natale è venuta a trovarci per la prima volta anche una piccola amica residente a Londra che era a Cornaredo per trovare i parenti. Insomma è diventato una piccolissima comunità che gira intorno ai libri. Talvolta i libri aiutano a superare momenti difficili, come ad esempio la perdita di un nonno, ma anche a confrontarsi tra coetanei, a parlare di argomenti di cui non si parla a casa (ad esempio l’amore) e a creare nuove amicizie.
Ovviamente non è assolutamente obbligatorio fermarsi a leggere, si può anche venire semplicemente a lasciare un libro che i bambini non leggono più e prenderne un altro, senza aver alcun obbligo di riportarlo, da portare a casa e da leggere.

Che libri possono trovare i bambini?

A questo link  potete trovare l’elenco dei libri che sono a disposizione nella zona bookcrossing e che è in continuo aggiornamento. Proprio in questi giorni, ad esempio, sto selezionando i libri da aggiungere a quelli già presenti a Librotropoliss e che saranno disponibili da Marzo.
Ho cercato di creare un punto che tramite i libri accogliesse un po’ tutti perciò si possono trovare anche qualche libro ad alta leggibilità per chi ha difficoltà di lettura e libri bilingue dai più svariati paesi del mondo, possiamo trovare il cinese, il russo, il sinti, il romeno e tante altre lingue (ad esempio il Tigrino).
In questo modo mi auguro che chiunque possa sentirsi un po’ a casa e che possa trovare con più facilità libri in cui possa riconoscersi.

INFORMAZIONI su LIBROTROPOLISS

Sulla pagina Facebook dedicata a Librotropoliss di volta in volta potete trovare sia i libri che verranno letti ogni settimana che le attività proposte.
La mattina e il primo pomeriggio sono normalmente dedicati ai più piccoli, dalle 17.30 alle 19 invece è l’orario in cui normalmente Librotropoliss viene frequentato dai bambini della scuola dell’infanzia e della primaria.
Se abitate in provincia di Milano, zona Rho/Pero e avete voglia di passare un po’ di tempo in mezzo ai libri o semplicemente volete portare i vostri bambini ad ascoltare una storia non esitate a venirci a trovare a Librotropoliss – in Via Cascina Croce 226 – 20010 Cornaredo (MI).

Chiunque abbia un’età tra gli 0 e i 100 anni è sempre il benvenuto!
Vi aspettiamo e buone letture a tutti!

E se vi recate lì a leggere fatevi una foto con l’hastag #ascoltandolefigure e pubblicatelo nei commenti del post così ci aiuterete ad arricchire questa fantastica intervista.

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

3 commenti su “Librotropoliss : un progetto di bookcrossing a Milano

    Romina

    (20 Marzo 2018 - 12:15)

    Un’iniziativa ammirevole. A volte ci vuole davvero poco per realizzare dei progetti così belli 🙂

      Ascoltando le Figure

      (20 Marzo 2018 - 12:20)

      Si infatti…penso che il punto focale sia la passione che ci si mette e che si riesce a trasmettere😊

      Ascoltando le Figure

      (20 Marzo 2018 - 12:37)

      Penso che il punto focale in tutte queste iniziative sia la passione che trasmettono le.persone che le fanno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *