Select menu item

Magari! Un albo e un percorso per parlare di diritti dei bambini

Magari! Un albo e un percorso per parlare di diritti dei bambini

Magari io desiderassi ogni giorno

I bei desideri che brillano intorno

A tutti i miei simile a tutti miei cari

E con loro dicessi….

MAGARI!

 

Inizia così questa bellissima filastrocca che si snoda tra le pagine del libro con un ritmo scandito dai magari a cui segue l’atto di girar pagina e che ci porta ogni volta a riflettere su un desiderio a volte più adulto che avvolge tutto il mondo.

Questo libro ha iniziato a girare con me da alcune settimane ed è diventato ormai l’apripista dei miei percorsi di lettura nelle diverse classi.

Scopriamolo insieme attraverso le parole dei bambini

______________________________________________________________

Che cosa troverai in questo articolo:

  • Recensione del libro
  • Quali parti hanno colpito di più i ragazzi 5 -13 anni
  • Come questo libro ha dato il via al nostro percorso sui diritti dei bambini

______________________________________________________________

Recensione del libro

Il libro è composto da 23 strofe, ognuna che occupa una doppia pagina ed è completata da un’illustrazione.

Le immagini di Giulia Orecchia a volte si soffermano solo ad illustrare le parole di Tognolini, altre invece le commentano, le completano ampliando ancora di più l’immaginario che si crea

Questo libro è un viaggio tra i desideri per un futuro e un presente migliore.

“Magari pensate il domani da oggi

Così ci lasciate guariti i paesaggi

Le case coi nidi, le coste coi fari

I giorni puliti…

Magari!

Accanto a desideri come la pace nel mondo, una terra più pulita, una famiglia unita, … trovano spazi desideri bambini come l’essere il più bravo in un gioco o vedere un’ingiustizia punita.

Attualità e fantasia si mischiano creando un viaggio che ci porta dal nostro salotto all’America passando per la Palestina sempre guidati da quel tamburino che vediamo in copertina e ritroviamo fino in fondo al libro quando, novello pifferaio di Hamelin, ci lascia il suo personale magari e trascina i personaggi del libro a ritmo di tamburo in un viaggio la cui meta la possiamo solo immaginare

“Magari le cose cambiassero bene

In giorni mai visti e in nuove altalene

E i cuori nascosti battessero uguali

L’amore del mondo…

Magari!

 

 

Quali parti hanno colpito di più i ragazzi 5 -13 anni

Qui le risposte variano a seconda dell’età dei ragazzi, ma per comodità le ho divise in tre categorie:

Bambini dai 5 ai 7 anni

Qui la strofa più amata è stata:

“Magari gli eroi dei libri e dei film

Non fossero finti, venissero qui

E con cavalieri, vampiri e corsari

Ci andassimo a pranzo…

…Magari!

In generale a quest’ età la parte più apprezzata è quella della fantasia e del gioco. Le strofe che parlano di danza, calcio, giochi con gli amici e avventure nel mondo della fantasia come quella qui riportata li animano particolarmente anche perché è ciò che più si aspettano da un libro:

“Io non ho capito tutto il libro, ma lo porto a casa e lo leggo con il mio fratellone perché lui conosce quelle parole che io non so tipo Palestina e insieme esprimiamo desideri. Poi lo leggo con la mamma e le cose belle, tipo i mostri, gliele chiedo per la mia festa” (Marta, 6 anni)

Dopo aver esplorato il libro in lungo e in largo ogni bambino ha scritto il suo desiderio e Lucia (5 anni) ce lo propone in rima

Vorrei che tutti i giorni fosse il compleanno

Con i fuochi d’artificio come a Capodanno…

…Magari!

 

Ragazzi dagli 8 ai 10 anni

Scegliere una sola strofa per questa fascia d’età è stato più difficile poiché, anche a seconda dei percorsi fatti a scuola, le preferenze prendevano strade diverse.

Alla fine però è stata scelta una strofa che guarda al futuro non solo delle persone, ma di tutto il pianeta argomento che interessa moltissimo i ragazzi che mi hanno anche raccontato esperienze di riciclo e di pulizia delle spiagge e dei parchi fatti da loro stessi.

La strofa è:

Magari pensate il domani da oggi

Così ci lasciate guariti i paesaggi

Le case coi nidi, le coste coi fari

 I giorni puliti….

Magari!

 

Lettori dai 10 ai 13

Questa fascia d’età è quella che più riesce ad entrare nelle pieghe del libro perché è più cosciente di ciò che succede nel mondo come la situazione palestinese o il problema delle persone che muoiono in mare.

Qui è stato difficile scegliere una sola strofa poiché erano diverse quelle che i ragazzi sentivano urgenti e fondamentali quindi si è deciso di scegliere quali tra i desideri volevano che fosse rivolto a loro.

La strofa scelta è stata:

“Magari potessi lavarti la testa

Dai brutti pensieri di nera tempesta

E i tuoi giorni scuri tornassero chiari

e tu sorridessi…

Magari!

Partendo da questa strofa i ragazzi hanno indagato dentro sé stessi e sono uscite riflessioni molto profonde sull’amicizia, su ciò che caratterizza la loro tristezza a differenza di quella dei loro genitori, …

Come questo libro ha dato il via al nostro percorso sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Il 20 Novembre è la giornata nazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

I miei percorsi letterari non durano mai una sola giornata in primis per far capire ai bambini che l’importanza di questi diritti non è qualcosa di cui ci si deve occupare un giorno all’anno, ma qualcosa che va salvaguardato ogni giorno

Partendo dalla lettura di quest’albo scolastico abbiamo creato un percorso che unisce la scoperta dei diritti, all’esplorazione del sé e alla scrittura creativa.

Se vi interessa conoscere questo percorso parte per parte vi consiglio di iscriversi subito alla mia newsletter mettendo il vostro indirizzo nel box colorato che trovate QUI o di iscrivervi al mio canale Telegram QUI perchè domani arriverà a tutti i partecipanti tutto il materiale

 

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *