C'era una volta homo

Sulle tracce dei nostri antenati… la preistoria spiegata a grandi e piccini

C’era una volta…HOMO

Cari ragazzi,

in queste pagine vorrei ripercorrere con voi il cammino evolutivo della nostra specie, seguendo le tracce lasciate dai nostri antenati. È un lungo viaggio durato milioni di anni!

Inizia così l’interessante libro di Flavia Salomone che racconta la storia dell’uomo attraverso fossili, scheletri, ornamenti e armi con un linguaggio semplice, diretto, ma molto chiaro.

C'era una volta... homo
dav

Il suo è un libro che dovrebbe essere acquistato in tutte le scuole poiché spiega, con dovizia di particolari tutti i passaggi dell’evoluzione umana introducendone alcuni che anch’io, dopo tanti anni d’insegnamento della Preistoria, non conoscevo.

Scopriamone qualcuno insieme:

Homo Nalendì – Il Frankenstein della Preistoria

Il primo fossile famoso che ci viene presentato è l’Homo nalendì o Uomo stella (nalendi in lingua sotho significa stella).

La definizione di Frankenstein gli viene data perché:

“Sono una specie di Frankenstein preistorico: un po’ scimmia e un po’ uomo, come se qualcuno si fosse divertito a fare uno scherzo mischiando ossa molto diverse tra loro. Cammino su due zampe, ma so arrampicarmi come gli altri primati. Insomma proprio un bel grattacapo per gli studiosi che avranno molto da lavorare su di me per risolvere il dilemma”

Continua così questo libricino tra spiegazioni scientifiche e ritrovamenti conducendo i ragazzi in un viaggio che inizia con l’homo nalendì e finisce ai nostri giorni.

Sulle tracce dei nostri antenati in Italia

Se C’era una volta… Homo ci aiuta a capire i diversi passaggi dell’evoluzione e su quali ritrovamenti essi siano stati teorizzati, questo secondo libro che vi presento amplia ancora di più la visuale invitando perfino i ragazzi ad uscire dai banchi di scuola per visitare di persona i siti archeologici preistorici.

sulle tracce dei nostri antenati in italia flavia salomone
sdr

La ricerca si concentra principalmente sui luoghi del Lazio, ma racconta ritrovamenti e scoperte utili per tutta la storia preistorica italiana.

Più corposo del precedente racconta conduce i ragazzi in un viaggio più legato al territorio, ma aiuta a ritornare sui vari passaggi evolutivi attraverso piccoli schemi riassuntivi a bordo pagina facili da consultare anche successivamente.

Di notevole interesse è infine l’appendice con i luoghi di Homo nel Lazio, un elenco ricco di informazioni di musei e siti archeologici laziali visitabili per toccare con mano ciò che il libro racconta.

A chi lo consiglio?

Penso siano libri che dovrebbero essere presenti in tutte le biblioteche scolastiche poiché non solo aiutano gli insegnanti ad approfondire, ma i bambini appassionati di storia li leggono volentieri e le presentazioni grafiche delle varie specie evolutive aiutano e supportano l’apprendimento della storia

Il contestualizzare la storia attraverso le scoperte avvenute nel nostro territorio li aiuta a sentire anche un periodo lontano come la Preistoria più vicino e “raggiungibile” ed aumenta la loro curiosità e motivazione nell’apprendere

L’idea poi che sia proprio una studiosa di storia primitiva (che in classe ho presentato grazie alle fotografie presenti sul web) a raccontargli i ritrovamenti rende questa lettura molto interessante e stimolante e il linguaggio semplice, chiaro e diretto aiuta anche i più piccoli a cogliere tutti i passaggi importanti.

sulle tracce dei nostri antenati in Italia

Un’idea in più per un’uscita fuori porta

Un’esperienza secondo me importantissima per motivare i bambini all’apprendimento della storia è quello di portarli a toccare con mano fossili e reperti archeologici che concretizzano ciò che studiano sui libri.

Per ciò che riguarda il Lazio vi rimando al libro “Sulle tracce dei nostri antenati in Italia…” che è molto esauriente, ma per chi, dopo aver approfondito la storia preistorica, fosse lontano da quella regione ecco alcuni luoghi, che vi consiglio perché li ho visitati di persona, in cui vivere la Preistoria insieme ai bambini:

Gli scavi nella collinetta di Montale hanno portato in luce i resti di una terramara visitabili in uno spazio museale attrezzato.

Le terramare sono villaggi sorti in Emilia e nella zona centrale della pianura padana attorno alla metà del II millennio a.C.

Nel museo all’aperto è stata ricostruita una parte del villaggio con fossato, terrapieno e due case arredate con vasellame, utensili, armi e vestiti che riproducono fedelmente gli originali di 3500 anni fa

Per maggiori informazioni Cliccare QUI


L’Archeopark, aperto nel 1999 a Darfo Boario Terme (Valle Camonica), è nato dalle sinergie dell’archeologo Dott. Ausilio Priuli e dall’imprenditore Walter Venturi. È stata la prima realtà museale italiana assolutamente innovativa nel proporre al pubblico in modo interattivo la ricostruzione della vita materiale e spirituale dell’uomo della preistoria

Per maggiori informazioni Cliccare QUI


Il parco della Preistoria si trova sulla sponda sinistra del fiume Adda, a soli 25 km da Milano,

inserito in un’area naturale di oltre 100 ettari, costituita da un bosco secolare.

Per maggiori informazioni Clicca QUI


In cui potrete vedere tutto il corredo e la mummia di Otzi, l’uomo venuto dai ghiacci un importante ritrovamento avvenuto sulle nostre montagne di confine

Per maggiori informazioni Cliccate QUI

Questi sono quelli che ho visitato di persona, ma molti altri ne troverete sul libro “Sulle tracce dei nostri antenati in Italia”.

Se anche voi avete avuto esperienze in parchi o musei preistorici che vi sono rimasti nel cuore scrivetemelo nei commenti così da rendere questa lista più dettagliata… ogni consiglio che ritenete valido è ben accetto!

C'era una volta homo edizioni esperia Libro sulla preistoria
TITOLO: C’era una volta…HOMO
AUTORE: Flavia Salomone
Casa editrice: Edizioni Esperia
Dagli 8 anni
manuale sulla preistoria

TITOLO: Sulle tracce dei nostri antenati – cronache dal Lazio per piccoli antropologi intineranti
Autori: Flavia Salomone, Luca Bellucci, Giorgio Manzi
Casa editrice: Edizioni Esperia
Dagli 8 anni

ALTRI LIBRI di STORIA per ragazzi li trovate QUI

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *