La mostra “Metamorfosi” di Picasso a Milano visitata con i ragazzi

Se tutte le tappe della mia vita potessero essere rappresentate come punti su una mappa e unite con una linea, il risultato sarebbe la figura del Minotauro.

Pablo Picasso, Minotauromachia (1935)

Del rapporto tra Picasso e la figura del Minotauro racconta la mostra “Metamorfosi” che attraverso sei sezioni espositive accosta i disegni e le opere del grande artista agli elementi dell’arte antica (vasi,ceramiche, statue, tele, placche votive, rilievi, idoli, stele) da cui ha tratto ispirazione.

Metamorfosi artistica: mito e storia si trasformano nelle mani di Picasso

Il titolo Metamorfosi si riferisce da un lato ricorda l’opera di Ovidio, dall’altro il pensiero picassiano secondo cui fissando le metamorfosi di un dipinto si potrebbe scoprire il cammino che porta il sogno dell’artista a concretizzarsi nell’opera.

fotografia presa dal sito del comune di Milano

Tra le sei sezioni molto interessanti troviamo ad esempio quella su la mitologia del bacio con riferimenti che dall’antichità passano a Rodin e Ingres in un viaggio che racconta il forte legame tra arte antica e moderna.

Una mostra ricca di spunti che mostra come il genio di Picasso non nasca dal rifiuto di tutto ciò che c’era prima, ma da uno studio accurato e dalla voglia di riproporre l’antico attraverso il proprio punto di vista rinnovato e moderno.

A chi consiglio questa mostra?

Lo consiglio a tutte le persone dai 9 anni in poi.

Ai ragazzi, a chi si occupa di loro, agli appassionati d’arte e a chi sta cercando un’ispirazione. Lo consiglio a chi si chiede a cosa serve studiare e quando sia il momento di smettere.

Picasso sembra suggerirci che la vera genialità artistica nasce dalla conoscenza, dallo studio del passato e dalla voglia di dire la propria.

Ho visitato la mostra due volte: la prima cercando di cogliere le suggestioni che le opere mi regalavano; la seconda con l’audioguida soffermandomi sui particolari e tirando fuori dal cassetto le mie conoscenze artistiche.

Da questi due tipi di visita differenti ho potuto constatare che la mostra si offre a percorsi molto differenti.

Una mostra dai 9 anni in poi da visitare… con la matita in mano

Ho sperimentato la mia idea di visita artistica con un gruppetto eterogeneo di ragazzini 09/13 anni che mi hanno accompagnato alla mostra.

  1. Li ho lasciati girare per le sale con un foglio e una matita chiedendogli di schizzare ciò che li colpiva o di annotarsi le citazioni che gli piacevano
  2. Abbiamo poi iniziato nuovamente il percorso espositivo soffermandoci sulle opere più interessanti per i ragazzi e su quelle che possono dare uno spunto di confronto.
    Girando tra le sale abbiamo osservato l’arte antica, ripassando il mito cretese del Minotauro e del filo di Arianna e abbiamo riflettuto su alcune tecniche per reinterpretare ciò che si conosce.
  3. Al termine di ogni sezione ho scelto un’opera e ho chiesto di trovarmi quali parti sono state “copiate” da Picasso ritrovandole nelle opere d’arte antica presenti nella sezione stessa.
  4. A casa, gli ho mostrato alcune immagini di opere antiche (scelte in base all’età) e ho chiesto a loro di reiventarle a gruppo creando così una piccola mostra di Metamorfosi

Questo percorso è stato veramente interessante e divertente e, il lunedì dopo, i ragazzi hanno portato a scuola le loro opere per mostrarle a compagni ed insegnanti, felici di poter raccontare una mostra che a prima vista avevano pensato fosse solo “ per esperti”

 

Se a questo punto siete curiosi di visitare la mostra cliccando sull’immagine qui sotto troverete tutte le informazioni ( cost, biglietti, orari,..)

Nome: Metamorfosi

Artista: Picasso (accompagnato da opere di Ingres, Rodin e arte antica)

Visitabile dal 18 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019 ( giovedì 8 Novembre la mostra apre alle 14,30)

 

Se volete conoscere altre mostre da visitare coinvolgendo tutta la famiglia cliccate qui

Se poi vorrete condividere con me la vostra opinione sarò lieta di confrontarmi con voi qui nei commenti

Buona visita e buon weekend

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *