nonni kalandraka

Nonni : libro e attività dai 4 ai 99 anni

Nonni è una storia poetica che mostra come la bellezza sia negli occhi di chi guarda e come si possa invecchiare insieme, amandosi come il primo giorno.

È una storia d’amore che fa sorridere e commuove i più grandi, ma piace anche ai più piccoli per il suo ritmo cadenzato e ripetitivo che presto si divertono a ripetere.

Consigliato dai 4 anni in poi oggi vi mostrerò alcune sfumature che lo rendono un libro pieno di percorsi di senso, linguistici, espressivi e … emotivi

Nonni: la bellezza è nel cuore di chi la sa vedere

Il nonno Mario è nel suo orto a lavorare quando una macchina con altoparlante passa annunciando una serata danzante in paese.

Mario non crede alle sue orecchie, ballando corre verso casa per avvisare nonna Maria che quella sera c’è il ballo, ma lei risponde:

Sì, Mario, ma io non ci vado. Non sono più una bambina per andare alle feste

Il nonno non risponde, ma si ferma a pensare a come la nonna sia cambiata da quando, ancora bambina, l’aveva vista la prima volta

Poi andò dalla nonna, le porse un fiore e le disse:

Ma tu sei molto bella, Maria. Sei bella come un fiore

La nonna non è convinta di questa bellezza, ma incalzata dalle parole del nonno inizia a prepararsi. Il nonno la segue.

Cosa fai con quella matita?

Mi trucco gli occhi, che sono tristi come una notte di luna.

Non dire così, tesoro! Sei bella come il sole, con gli occhi tristi come le stelle della notte. Ma sbrigati, per favore, che dobbiamo andare a ballare!

La nonna sorride e continua i preparativi e il nonno continua seguirla incalzandola ogni volta con la sua poesia ripetitiva, poetica e romantica

Cosa fai con quel barattolo?

Mi metto la crema, perché ho la pelle rugosa come un fico secco.

Non dire così, tesoro! Sei bella come il sole, con gli occhi tristi come le stelle della notte, e ciglia corte come erba tagliata e la pelle rugosa come noci di una torta

E via così fino alla fine della preparazione

Poi sottobraccio vanno a ballare e…

Una storia d’amore con illustrazioni dolci

Le immagini ad acquerello con colori morbidi e sfumature che sottolineano la dolcezza delle parole ci conducono in questa storia d’amore senza tempo con dolcezza ed ironia.

I particolari soprattutto fanno sorridere e incuriosiscono.

Il nonno seduto per terra a gambe aperte nella prima immagine, ad esempio, sembra più un bambino che gioca che un nonno che lavora nell’orto.

La nonna pieghettata sul ferro da stiro viene presentata in nero e blu e bisogna guardare bene l’immagine per vederla, ma quando la si scorge fa sorridere e sottolinea maggiormente le parole della nonna in contrapposizione a quelle del nonno

Un libro quindi tutto da scoprire e da rileggere più volte per coglierne l’essenza


I nonni: il sole e la luna

Entrambi i risguardi del libro mostrano due rettangoli uno con il sole e il cielo di giorno e l’altro con la luna e le stelle.

Interessante notare come sia il cielo, sia la luna siano due cerchi bianchi contornati uno dal giallo e l’altro dal blu, ma uguali tra loro.

Questa la metafora che accompagna il libro. La nonna è il sole e il suo personaggio è sempre seguito da colori tendenti al giallo e vivaci; il nonno è la luna e i colori che lo accompagnano sono sulle tonalità del blu.

La metafora del sole e della luna per l’uomo e la donna è nota, ma, come hanno notato i bambini, qui la luna (cioè il nonno) è più dinamico e giocherellone del sole e stravolge le aspettative che loro si creano sulle due parti del giorno.

A chi lo consiglio?

È un libro dalle mille sfaccettature che può essere letto a diverse età.

Consigliato dai 4 anni in poi piace ai bambini per la sua ripetitività, per le parole che alternano dolcezza e impazienza e per i disegni ad acquerello che mostrano i nonni vecchi e giovani insieme.

È un libro perfetto per parlare di nonni, di vecchiaia, di cambiamento, di amore, di diversità che s’incontrano, …

Buona festa… a tutti i nonni del paese

Questo è uno dei libri che ci hanno accompagnato nel nostro percorso sui nonni con bambini dai 4 ai 7 anni che vi ho raccontato QUI

Scuola primaria: Una lettura che invita a descrivere in modo poetico

Leggere questo libro in seconda o terza elementare e discuterne con i bambini attraverso domande stimolo e non con esercizi didattici (come vi ho raccontato QUI), stimola nei bambini riflessioni sul linguaggio utilizzato e sulle figure retoriche che lo compongono

Tornando più volte sul testo per sottolineare le loro osservazioni, pian piano la discussione viene portata sulle similitudini create dal nonno e su come queste siano gentili e …deliziose.

In alcune classi abbiamo provato a trasformarle in qualcosa di negativo per capire come la stessa struttura linguistica cambi a seconda della similitudine scelta poiché questo era l’interesse dei bambini che si collegava ad alcune realtà vissute

In altre invece abbiamo deciso di descriverci con similitudini belle e poetiche

In entrambi i casi siamo poi passati a descrivere un compagno con similitudini divertenti, poetiche e gentili e abbiamo creato un ritratto del compagno sostituendo le parti del viso con gli oggetti della similitudine (es. fiori al posto degli occhi, stelle al posto degli occhi,)

Un regalo speciale per adulti

Questo libro è inoltre molto apprezzato dagli adulti. L’ho visto regalare per un matrimonio (come augurio di passare una vita insieme amandosi come il primo giorno), per dire alla propria moglie che la si ama, …


TITOLO: NONNI

Autore: Chema Heras

Illustratore: Rosa Osuna

Traduzione: Elena Rolla

Casa editrice: Kalandraka

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *