passeggiata col cane camelozampa

Passeggiata col cane

Dopo la quarantena il termine passeggiata col cane ha acquisito significati e aneddoti di tutti i tipi, ma lasciamo da parte queste suggestioni per immergerci in questo libro senza parole, brulicante di storie che è subito amato dai bambini.

Passeggiata col cane

Un albo di grandi dimensioni, che si sviluppa in orizzontale con illustrazioni che dopo le prime due pagine diventano a doppia pagina per immergere ancora di più il lettore in questo mondo brulicante.

Ma partiamo dall’inizio.

Un bambino (o forse una bambina, qui i miei piccoli lettori si dividono subito) saluta la nonna perchè sta portando a passeggio il suo grosso cane bianco.

La pagina dopo li vediamo alla stazione intenti a salire su un treno con vagoni che ricordano molto quelli dei parco giochi o delle miniere. Rotaie per nulla tranquillizzanti si estendono in verticale per raggiungere una porta da cui la vista si amplia ed entriamo in un mondo imprevedibile.

Ogni volta che la pagina viene girata compare un nuovo mondo brulicante di storie e così surreale che il pensiero non può non tornare subito alla nostra Alice nel paese delle meraviglie.

Qui non ci sono conigli solo un grande cagnolone bianco e un bambino che fanno da filo conduttore tra i mondi.

La loro passeggiata ci appare lunga, a tratti faticosa, amena a volte, ma sicuramente sorprendente fino al momento in cui, inaspettatamente, ci ritroviamo davanti alla porta di casa con la nonna che ci aspetta e il nostro cagnolone che ha ancora voglia di correre

A chi lo consiglio?

Lo consiglio a tutti i lettori dai 5 anni in poi, a chi lo ama al primo sguardo e a chi lo apre e sente un brivido freddo lungo la schiena pensando di doverlo leggere ai bambini e il perché ve lo racconto qui sotto.

Un libro per gli occhi esperti dei bambini

La prima cosa che mi colpito d questo libro è la differente reazione tra adulti e bambini. Vi racconto ciò che ho vissuto su un gruppo di lettura formato da 10 bambini e 10 genitori.

Negli adulti già al termine Libro senza parole si vedevano sorrisi un po’ tirati che diventano occhi sgranati quando il treno supera la soglia dell’altrove e ci si dispiega davanti l’illustrazione a doppia pagina.

I bambini al contrario dopo un inizio un po’ titubante si scatenano e vogliono vedere subito tutte le illustrazioni. Si cercano i due persoanggi, ci si stupisce quando , solo in alcune occasioni, li si trovano due volte nella figura ed è tutto un esclamare: “Guarda quello”, “guarda questo”, “Qui sono nel mondo di…”

Perché questa diversa reazione?

Perché mentre noi adulti cerchiamo spesso rassicuazione nel testo i bambini non hanno paura delle immagini brulicanti anzi si divertono a cercare i particolari e ad inventare storie sui singoli personaggi.

Dopo aver osservato le immagini da vicino e aver scorto tutti i particolari le storie che sono nate erano così tante che in un’ora non siamo riusciti ad arrivare nemmeno alla metà del libro.

Sotto l’incitamento dei bambini anche i genitori si sono messi a fare ipotesi e hanno dato quello sguardo adulto che ha reso al storia ancora più interessante


TITOLO: Passeggiata col cane

Autore e illustratore: Sven Nordqvist

Casa editrice: camelozampa

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *