Rory il dinosauro e il suo cucciolo: i piccoli c’insegnano ad amare le cose semplici

Nuovo giovedi estivo e nuova storia sulla spiaggia!
Questa a tenerci compagnia sono Rory il dinosauro e il suo cucciolo un albo illustrato dolce e ironico che strizza l’occhio alla fantasia dei bambini e ci parla di amicizia, del saper prendersi cura di qualcosa e dell’affetto che un bambino prova per oggetti che a noi possono sembrare insignificanti.

Un cucciolo da amare

TITOLO: Rory il dinosauro e il suo cucciolo

AUTORE: Liz Climo

EDIZIONI: Mondadori

 

Rory è un piccolo dinosauro che vive sopra un albero. Come ogni mattina, si prepara e scende in spiaggia per giocare con il suo amico bradipo Hank e Vera l’ippopotama.
Quel giorno Hank ha però una sorpresa: ha con sé un cucciolo di paguro di nome Sheldon con cui i tre amici possono giocare.

“Tornando a casa, Rory pensa a quanto era bello giocare con Sheldon”

 

E dice che avrà anche lui un cucciolo tutto per sé. Cominci la ricerca, ma tutti gli animali che incontra non sembrano adatti o disposti a giocare con lui. Demoralizzato, sul far della sera, Rory decide di terminare le ricerche e tornare a casa a mani vuote quando una noce di cocca cade dall’albero e sembra seguire il piccolo draghetto…

A chi lo consiglio?

Lo consiglio certamente a tutti i bambini dai 2 anni in poi e anche ai genitori per fermarsi a riflettere su ciò che spesso dimentichiamo.

In questa società sempre piena di tutto, in cui ogni nuovo oggetto diventa una necessità impellente questo libro ci ricorda che i bambini non hanno bisogno di mille giocattoli, poiché lasciati soli con la loro fantasia sono capaci di scoprire la bellezza nelle cose semplici.
Il dono più grosso che ogni bambino possiede è la sua fantasia e il compito di chi gli sta intorno è curare e preservare questo grande dono che riesce a trasformare in oro anche dei sassi scheggiati.
La fantasia però nasce spesso dal meno, non dal più. Rory scopre la bellezza di un amico “immaginario” quando non riesce a trovare quello vero e ha il tempo per fermarsi a guardare ciò che gli sta intorno.

Tempi lenti, fantasia, cose semplici, gioco queste le parole chiave di questo albo illustrato e queste sono anche le parole che auguro a tutti voi di avere in questa calda estate!

 

Se volete conoscere altre storie da leggere sotto l’ombrellone: cliccate qui

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *