Un po’ più lontano … per imparare a diventare grandi

Ci sono storie che aiutano a crescere, che raccontano ai bambini che la vita è fatta di tante fasi e che tutte aiutano a diventare grandi: ci sono momenti un po’ tristi, che vanno superati, ma dopo la notte arriva sempre il mattino.

Ci sono storie che insegnano a noi mamme chiocce che i bambini devono andare sempre un po’ più lontano perché è giusto così, anche se noi siamo a casa a strapparci i capelli e a riempire il coniuge di ogni sorta di sfogo sul: “Oddio il mio bambino dove sarà? Cosa farà? …”

Insomma ci sono storie importanti da leggere e questa è una di quelle, una storia che non può mancare nelle librerie di ogni bambino dai 3 anni in poi.

Un po’ più lontano: la strada per diventare grandi

Lorenzo è un coniglietto che si è stancato di giocare con i “giochi da piccolo” e vuole uscire di casa per scoprire il mondo.

La mamma ogni giorno gli dà un confine sempre più distante da casa e lui ogni giorno si spinge… un po’ più lontano

Fino a quando non decide di partire per un viaggio per scoprire sé stesso e il mondo in un viaggio iniziatico che gli insegnerà che dopo il buio c’è sempre la luce e che forse la vita è meglio affrontata… in compagnia

Una storia di viaggio… alla ricerca di sé stessi

Questo libro racconta un percorso iniziatico, un rito di passaggio che segna il confine tra l’infanzia e l’età adulta. È un viaggio ricco di soddisfazioni, paure e scoperte che porta verso l’indipendenza e la scoperta di sé stessi.

La struttura narrativa ripetitiva aiuta il bambino ad entrare subito nel gioco del “un po’ più lontano” in un percorso che ogni giorno dalle calde braccia della mamma porta sempre più verso terre inesplorate e nuove consapevolezze.

Come sempre la bravissima Anais Vaugelade accompagna le parole con la grande forza cromatica ed evocativa delle illustrazioni ricche di tinte accese, sature e brillanti che scandiscono il susseguirsi di giorno e notte.

Sulle immagini scure e un po’ cupe predomina la tonalità calda e avvolgente del rosso che si contrappone ad esse come l’entusiasmo del piccolo coniglio si contrappone alla solitudine del suo viaggio

Altre storie di viaggio le potete trovare qui

Un libro da regalare a bambini, adolescenti e… genitori

Questo libro viene consigliato dai 4 anni in poi, ma io lo leggo dai 3 e lo regalo spesso anche ad adolescenti e genitori.

A bambini e adolescenti serve per riflettere sul loro andare “un po’ più lontano” affrontando le avversità e ponendosi obiettivi da condividere però con i genitori. Mi piace molto sottolineare con loro come Lorenzo, pur disubbidendo alle limitazioni della mamma, tornato a casa le racconta tutto ciò che ha fatto e il loro rapporto è sempre di estrema sincerità e ciò lo rassicura e lo fa sentire più forte e deciso

Per i genitori invece è un interessante monito sul fatto che è importante dare regole e limiti ai bambini, ma poi bisogna accettare che loro superino i nostri limiti ed escano dalla portata dei nostri occhi.

Il racconto non dice che Lorenzo comunica alla mamma che vuole partire, anzi sembra deciderlo lì per lì eppure non appena le scrive la mamma accorre alla sua festa e gli chiede soltanto: “Sei contento piccolo mio?” mostrandogli come lei sia sempre pronta ad aiutarlo e capirlo anche ora che non vivono più insieme

Altri libri per chi si occupa di bambini li potete trovare qui

Anais Vaugelade… un’autrice dai temi importanti

Anais Vaugelade è una delle mie autrici preferiti perché sa raccontare il mondo in modo dolce e pacato nonostante in tutti i suoi libri ci siano quei dissidi umani che costellano la vita di tutti noi fin dall’infanzia.

Scrittrice ed illustratrice francese è nata a Saint-Quen nel 1973. Fino a diciassette anni ha vissuto nel Lower Pirenei poi si è trasferita a Parigi per studiare fotografia presso la scuola di Arti Decorative e, in parallelo, iniziare a creare libri per bambini

Penso che il suo libro più famoso sia “La zuppa di sasso” edito sempre per Babalibri, ma io amo moltissimo, sempre per la stessa casa editrice, “la storia della caramella2 e “L’amico del piccolo tirannosauro” che vi racconterò nei prossimi giorni

Informazioni sul libro:


TITOLO: Un po’ più lontano

AUTORE e ILLUSTRATORE: Anais Vaugelade

Traduzione di T. Babled

Casa editrice: Babalibri

Età di lettura consigliata: dai 3 anni in poi

Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *