L’ombrello rosso … un silent book per viaggiare con la fantasia

Il sole illumina le nostre giornate e si porta con sè la voglia di viaggiare e osservare il mondo. Sarà forse per questo, o per i colori caldi, per gli animali incredibili o per la simpatia di questo cagnolino nero con l’ombrello rosso che grandi e piccini s’innamorano di questo silent book

La magia di viaggiare con… l’ombrello rosso

La storia inizia subito dopo la copertina, con il cagnolino che, durante una ventosa giornata autunnale, trova un bellissimo ombrello rosso davanti agli occhi curiosi di un gatto.

Aperto l’ombrello il vento aumenta e lui viene trascinato verso l’alto e si ritrova a guardare la sua casa che si allontana e diventa sempre più piccola.

La tranquillità ritorna per un attimo quando riesce a raggiungere le nuvole dove cammina per un po’ finchè, trovando un buchino, non decide di scendere di nuovo a terra.

Il suo viaggio è solo all’inizio poiché si troverà ad essere trascinato dal suo ombrello in un giro del mondo che lo porta dalla savana, all’Africa, ai fondali marini fin sulle vette polari per giungere infine in una serata tranquilla illuminata da uno spicchio di luna …

In viaggio con la fantasia e … con un ombrello!

E’ un viaggio emozionante, non privo di pericoli, soprattutto quelli umani, durante il quale un oggetto semplicissimo come un ombrello diventa un aereo, una nave, uno scudo, una slitta,…

Mentre lo sfogliavo il pensiero è corso subito a “La sedia blu” o a “ L’onda” poiché in entrambi grazie alla fantasia qualcosa di normale diventa improvvisamente magico e avventuroso per poi ritornare al suo uso quotidiano.

In questo caso la mancanza di parole e lo stile privo di fronzoli, ma molto dettagliato invita il lettore ad osservare i particolari e i personaggi ben delineati e a dar voce ad una storia che , nonostante sia molto esplicita, lascia spazio allo spirito avventuroso e fantasioso di viaggiatori adulti e bambini

Ovviamente tra i bambini non manca mai chi associa il volare con l’ombrello alla tata più famosa di sempre: Mary Poppins che non usciva, e non volava mai, senza il suo ombrello con il manco a pappagallo (parlante)

A chi lo consiglio?

Questo silent book cattura l’attenzione dei bambini dai 5 anni in poi, ma è anche un libro che amo regalare agli adulti poiché vi trovo messaggi bellissimi.

Mi piace regalarlo a chi parte per un lungo viaggio nella speranza che dopo aver vissuto tutte le avventure torni a casa a raccontarcele e decida di rimanere ( si lo so è egoistico, ma amo avere vicino le persone a cui voglio bene)

A chi cerca un’ispirazione per un nuovo progetto o per uscire da un momento brutto perché questo messaggio che una cosa semplice e di uso comune possa diventare qualcosa di magico, la trovo una grandissima ispirazione ed una sollecitazione a non perdere la capacità di stupirsi e sognare con le cose semplici

Perché gli adulti hanno paura dell’ombrello rosso?

Nel libro ci sono due momenti in cui il cagnolino è davvero in pericolo:

quando si trova davanti agli squali l’ombrello lo protegge perché sia lui che loro lo vedono come uno scudo. Invece quando passa sopra il villaggio di uomini è solo l’altezza e la cattiva mira che gli impedisce di farsi male, infatti una lancia si conficca nell’ombrello e lo accompagna fino a casa.

Un bambino, raccontando il libro ai compagni, ha detto:” Poi arriva nel territorio degli uomini, e lì gli tirano le frecce perché non capiscono che cos’è e hanno paura”

Questa frase mi ha fatto pensare a quanto sia vero e profondo questo messaggio. Non so se gli autori c’abbiano pensato però tra i ragazzi dai 10 anni in poi esce spesso questo aspetto: mentre gli animali s’incuriosiscono, sorridono o scappano davanti all’ombrello rosso, l’uomo dall’alto lo attacca e cerca di farlo cadere poiché ha paura e reagisce a ciò che non capisce con un atteggiamento ostile in questo racconto e forse anche nella vita

Queste sono solo alcune delle tantissime riflessioni che si potrebbero fare su questo libro, quindi ora lascio la parola a te che leggi, e che ringranzio per essere arrivato fin qui

Tu come racconteresti questa bellissima storia?

TITOLO: L’OMBRELLO ROSSO
AUTORI : Ingrid e Dieter Schubert
CASA EDITRICE: Lemniscaat
38 pp. | Anno di pubblicazione: 2011
Età di lettura consigliata: dai 5 anni


Autore dell'articolo:

Mamma a tempo pieno, maestra per lavoro, esperta in laboratori artistici e appassionata di libri, musei, arte e fiori. Ogni giorno coloro le mie giornate narrando storie, giocando con il colore e aiutando chi ho vicino a narrarsi ad arte. Mi piace l'ispirazione che nasce per caso dal confronto con gli altri, da un'emozione o da un opera d'arte che risuona dentro di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *